Attività OdV

Relazione Annuale OdV - 2020

La Relazione Annuale 2020 illustra le attività svolte e i principali risultati raggiunti nel 2019 dall'Organo di vigilanza sulla parità di accesso alla rete TIM (OdV) nell'ambito della tutela dei principi di non discriminazione e parità di trattamento.

 

Relazione Annuale 2020 (frontespizio).jpg

Scarica la relazione annuale 2020

PDF 1.38 Mb

 

Nel 2019 si è ulteriormente consolidata l’attività del Consiglio, nominato nel dicembre 2017, anche sotto la spinta delle modifiche al quadro regolamentare introdotte dalla Delibera Agcom n. 348/19/CONS, a chiusura dell’analisi coordinata dei mercati dei servizi di accesso alla rete fissa. Tale provvedimento, oltre a delineare le nuove architetture regolamentari in presenza o meno di separazione legale della rete fissa di accesso di TIM, ha confermato il presidio rappresentato dall’Organo di vigilanza a tutela dell’equivalence nei diversi contesti strutturali e competitivi valutati da Agcom, facendo emergere con forza come la tutela della parità di trattamento rappresenti - secondo l’Autorità - un obiettivo imprescindibile, indipendentemente da un’eventuale separazione societaria.

L’alto valore e le capacità di ausilio tecnico riconosciute all’OdV da parte del regolatore nazionale hanno rafforzato, lungo l’intero anno, la collaborazione istituzionale tra Agcom e l’Organo di vigilanza. Così, accanto alla tradizionale vigilanza sull’attuazione degli “Impegni” concernenti la parità di trattamento di TIM, fondamento stesso dell’Organo di vigilanza e di cui alla Delibera n. 718/08/CONS, ha conquistato sempre maggiore spazio l’attività relativa all’attuazione del Piano di lavoro annuale a supporto dell’Autorità per le Garanzie nelle Comunicazioni, caratterizzata da un rapporto di stretta collaborazione tra l’OdV e l’Autorità medesima, al fine di garantire non solo l’equivalence ma anche la qualità dei servizi di accesso alla rete.

Sulla spinta del nuovo quadro regolamentare nazionale ed europeo, il 2019 si è contraddistinto anche per una maggiore definizione del ruolo e dell’impegno dell’OdV, non più mero custode degli impegni assunti da TIM dieci anni or sono, ma protagonista di una nuova stagione regolatoria, basata sul dialogo tra pubblici poteri e impresa verticalmente integrata secondo un modello di “independent internal regulation” alla ricerca del miglior equilibrio per il mercato e per il più efficiente funzionamento della rete. Sulla scorta delle nuove sfide che attenderanno le comunicazioni elettroniche nei prossimi anni, il ruolo dell’OdV dovrà essere ricalibrato in funzione delle nuove problematiche derivanti da un contesto di mercato e tecnologico che ha subìto – e subirà – profondi mutamenti.