Confronti internazionali

Brasile

 

Nel 2008, l’Autorità brasiliana di settore, l’Anatel, ha deciso di avviare "studi di impatto regolatorio e di mercato" inerenti vantaggi e svantaggi dell’adozione di meccanismi di separazione funzionale, societaria e strutturale nell’ambito delle azioni pianificate dal Plano Geral de Atualização da Regulamentações no Brasil (PGR), seguendo così un percorso assimilabile a quello che molte Autorità europee avevano già intrapreso.
Il Rapporto Annuale 2009 dell’Autorità evidenziava la necessità di identificare i mercati rilevanti e gli Operatori aventi un significativo potere di mercato, al fine di valutare l’opportunità di introdurre misure regolamentari asimmetriche.
Il PGR del gennaio 2010 contemplava, nella lista delle azioni da intraprendere per l’anno, piani per lo sviluppo di una Rete Aperta attraverso l'unbundling del local loop e la separazione strutturale o funzionale.
È interessante sottolineare che la consultazione pubblica dell’Anatel del 2011, relativa al nuovo Piano Generale della Concorrenza (Plano Geral de Metas de Competição, PGMC), prevedeva la possibilità di adottare modelli assimilabili a quello degli Impegni di Telecom Italia, citando espressamente l’esperienza di Open Access.
Nel mese di novembre del 2012, con l’approvazione del PGMC, sono state introdotte molte e importanti novità nel panorama regolatorio del Paese (http://legislacao.anatel.gov.br/resolucoes/2012/425-resolucao-600). Tale documento, infatti, non solo definisce i mercati rilevanti ed identifica i criteri da applicare per l’identificazione degli operatori che detengono un significativo potere di mercato, ma dettaglia anche (articolo 12) le misure regolamentari asimmetriche che l’Autorità potrà imporre in capo agli Operatori SPM. Tra queste, rientra anche la “separação contábil, funcional ou estrutural”.  La Risoluzione, peraltro, non fornisce dettagli ulteriori in merito a specifiche misure di non discriminazione / parità di trattamento interna-esterna da adottare (quali, per esempio, limitazioni di comunicazione tra divisioni retail e wholesale). 

http://www.vivo.com.br/portalweb/appmanager/env/web?_nfpb=true&_nfls=false&_pageLabel=vcOfertaAtacadoPage&cliente=1&cltype=c291Y2xpZW50ZQ&regional=AC#