Organo di vigilanza

Composizione

L’Organo di vigilanza è composto da cinque membri, che restano in carica cinque anni.
Presidente del board è il Prof. Maurizio Mensi, designato dall’Autorità e nominato dal Consiglio di Amministrazione di Telecom Italia insieme agli altri componenti del Collegio.
Il board si riunisce almeno una volta al mese

 

Maurizio Mensi

Professore di Diritto dell’economia alla Scuola nazionale dell’amministrazione e di Diritto dell’informazione e della comunicazione presso l’Università LUISS Guido Carli, ove è responsabile di @LawLab, Laboratorio sul diritto del digitale. Avvocato cassazionista ed esperto giuridico TAIEX (Technical Assistance Information Exchange Instrument) della Commissione europea, con compiti di consulenza e assistenza normativa a Paesi terzi. Dal 2018 è membro supplente per l’Italia del Gruppo di esperti indipendenti sulla Carta europea delle Autonomie locali (GIE) del Consiglio d’Europa. Docente in tema di Cybersecurity e Data Privacy al CASD (Centro Alti Studi per la Difesa), fa parte del “roster” di esperti per la risoluzione delle controversie giuridiche (Dispute Settlement Body) in tema di commercio dei beni del WTO (Ginevra). Membro del Comitato scientifico delle riviste: “Quaderni di Diritto ed Economia delle comunicazioni e dei media” e “Diritto, Economia e Tecnologie della privacy”. Membro di AIDE (Association Internationale de Droit Economique) e IIC (International Institute of Communications). Autore di libri e pubblicazioni in tema di media, comunicazioni elettroniche, Data Privacy, Cybersecurity, appalti e servizi pubblici. E’ stato Direttore del Servizio giuridico dell’Autorità per le garanzie nelle comunicazioni (1998-2005), Avvocato dello Stato (Venezia, 1994-1999), professore a contratto di Diritto pubblico dell'economia presso l’Università Cà Foscari di Venezia (1996-1998), funzionario e membro del Servizio giuridico della Commissione europea (Bruxelles, 1989-1994, 2017), Procuratore dello Stato (Catania, 1988-1989).
Esperto indipendente incaricato dalla Commissione europea della verifica (Peer Review Assessment) del sistema delle autorità indipendenti in Albania nel 2014 e dell’assetto istituzionale nel settore dei media in Montenegro nel 2015. US Visitor Leadership Program in tema di Data Privacy (Stati Uniti, Dipartimento di Stato) nel novembre 2014. Esperto giuridico dell’UNDP (United Nations Development Programme) nel progetto “Facilitating the improvement of the court system in Belarus through the development of the specialization of courts” (Minsk) nel 2013. Docente nel progetto di Capacity building per deputati e funzionari del Parlamento del Myanmar (Naypyidaw, nel maggio 2016.  Presidente del Comitato “Media e Minori” dal 2013 al 2016.

Giovanni Amendola

Economista, esperto in politiche regolamentari e della concorrenza nelle comunicazioni elettroniche, Giovanni Amendola ha avuto molteplici incarichi manageriali in Telecom Italia, in Wind Telecomunicazioni e nel Gruppo STET, occupandosi di affari regolamentari nazionali ed europei, strategie regolamentari, e supporto regolamentare a partecipate estere. E’ stato membro del Chief Policy & Regulatory Group di GSMA. Ha inoltre svolto attività di ricerca nell’area dell’economia dell’innovazione e del cambiamento tecnologico all’ENEA ed ha fatto parte del gruppo di esperti nazionali sugli indicatori della scienza e della tecnologia istituito presso l’OCSE. Laureato in Scienze Statistiche e Demografiche all’Università La Sapienza di Roma, ha conseguito un PhD in Science and Technology Policy Studies all’Università del Sussex. Ha partecipato, in qualità di relatore, a convegni nazionali e internazionali, scientifici e di public policy, ed ha pubblicato numerosi articoli su temi di economia industriale, economia internazionale e politica regolamentare. E’ membro dell’International Editorial Board della rivista Communications & Strategies.

Fabio Di Marco

Fabio Di Marco è nato negli Stati Uniti e a conclusione della propria formazione presso l’Università di Washington è rientrato in Italia per lavorare con una grossa multinazionale nel settore dell’informatica. Passato poi ad altra multinazionale nel settore delle telecomunicazioni, ha diretto tutte le attività commerciali e marketing per l’unità responsabile delle reti X.25 (reti a pacchetto) realizzando numerosi sistemi, sia nel settore pubblico che in quello privato. A metà degli anni novanta, si è dedicato alle reti mobili degli Operatori, specializzandosi nella nascente tecnologia GSM prima e UMTS poi; successivamente, agli inizi degli anni 2000, si è dedicato ad una attività di Consulenza per diverse realtà, sia pubbliche che private. Ha trascorso due anni presso la Fondazione Bordoni, lavorando principalmente sul rilascio delle licenze WiMAX. Dal 2007 fino al 2012 ha assunto la responsabilità di dirigere la filiale Italiana di una grossa multinazionale Cinese, leader nel settore delle telecomunicazioni. Nel 2013 è tornato all’attività della consulenza, lavorando sempre per diverse imprese. Ha maturato esperienze pluriennali nelle aree della Sicurezza Informatica, delle Applicazioni di Internet Mobile e del Knowledge Management.

Gianni Orlandi

Gianni Orlandi è professore ordinario di Elettrotecnica presso il Dipartimento di Ingegneria dell'Informazione, Elettronica e Telecomunicazioni della Facoltà di Ingegneria dell'Università di Roma "La Sapienza". E’ attualmente Consigliere per le Politiche Universitarie della Sapienza. Presso la Sapienza ha ricoperto numerosi incarichi, tra i quali: Prorettore alla Pianificazione Strategica, Pro Rettore Vicario, Preside della Facoltà di Ingegneria e Direttore del Dipartimento di Scienza e Tecnica dell'Informazione e della Comunicazione (Infocom) e del Dipartimento di Ingegneria dell'Informazione, Elettronica e Telecomunicazioni. 
E’ Membro dell'European Academy of Sciences and Arts.
E' stato presidente dell'AMA, Azienda Municipale Ambiente di Roma, e della S.T.A, l'Agenzia per la Mobilità del Comune di Roma. 
Ha fondato la start-up Sapienza “ICTinnova” che opera nel settore delle tecnologie dell’Informazione e della Comunicazione.
E’ stato membro ordinario del Consiglio Superiore delle Comunicazioni. E’ stato membro del Consiglio di Amministrazione della Fondazione Ugo Bordoni.
E’ esperto, riconosciuto a livello nazionale e internazionale, di Tecnologie dell’Informazione e della Comunicazione (ICT) e della Multimedialità. La sua attività di ricerca ha dato luogo a numerose pubblicazioni su riviste e in conferenze internazionali.
E’ stato ed è coordinatore di diversi progetti di rilievo regionale e nazionale, tra cui, il più recente progetto nazionale Smart City SCN_00558 92 H@H (HEALTH @ HOME) – Smart Communities a servizio del benessere del cittadino, finanziato con un budget di 14 milioni di euro nell'ambito del PON Ricerca e Competitività, che vede la partecipazione di numerosi centri di ricerca e aziende nazionali.

Francesco Sclafani

Francesco Sclafani è Avvocato dello Stato e Professore a contratto di diritto amministrativo presso l’Università L.U.I.S.S. di Roma. E’ entrato a far parte dell’Avvocatura dello Stato nel 1985 e ne è stato Segretario Generale negli anni 2011-2012. Nel biennio 2013-2015 ha ricoperto il ruolo di Segretario Generale dell’Autorità per le Garanzie nelle Comunicazioni. Dal 2006 al 2011 è stato responsabile della Direzione Affari Legislativi e Legali dell’Autorità per l’Energia elettrica e il Gas. Dal 2003 al 2005 ha ricoperto il ruolo di responsabile della Direzione Affari Giuridici e Contenzioso presso l’Autorità Garante della Concorrenza e del Mercato, dopo essere stato consulente giuridico del collegio. E’ stato anche consulente giuridico presso la Presidenza del Consiglio dei Ministri. Si è laureato con lode in Giurisprudenza c/o l’Università La Sapienza di Roma e, dopo la laurea, ha svolto i suoi studi anche presso la City of London Polytechnic. E’ membro del comitato scientifico della Rivista della regolazione dei mercati e autore di diverse pubblicazioni di diritto amministrativo e antitrust.