Attività OdV

Incontri internazionali dell'OdV

Incontro a Bruxelles tra l’Organo di vigilanza e la DG Connect della Commissione europea

L’Organo di Vigilanza sulla Rete TIM il giorno 14 novembre 2018 ha incontrato a Bruxelles la DG Connect della Commissione europea. Tra gli argomenti trattati il ruolo e l'impegno dell'Organo di vigilanza nel garantire la parità di accesso alla rete di TIM, i risultati raggiunti nei 10 anni di attività in particolare nel corso dell'ultimo anno, la costante interazione con AGCOM e gli operatori e le prospettive future in relazione alle nuove sfide che le prossime tecnologie di accesso alla banda ultra larga richiederanno.   Durante l'incontro sono stati forniti inoltre diversi dettagli tecnici relativi all'attività del modello di vigilanza e ai suoi connotati di indipendenza e autonomia con particolare riferimento alle rilevazioni effettuate dall’OdV in tema di equivalence. Non ultima, una specifica attenzione al tema relativo alla qualità della rete e dei servizi forniti, vero prossimo traguardo secondo l’esperienza inglese. Grande apprezzamento, in conclusione, per il modello di vigilanza partecipativa rappresentato dall’OdV che costituisce un unicum a livello internazionale che potrà essere applicato ad altri contesti ove maggiore è l'esigenza di predisporre rimedi adeguati, a garanzia di non discriminazione e parità si trattamento, per la concorrenza ed il mercato.

 

 

 

 

1o Incontro Internazionale degli Organi di vigilanza sulla parità di accesso alla rete degli Operatori dominanti 

Il 6 dicembre 2010 si è tenuto a Bruxelles il primo incontro internazionale degli Organi di vigilanza sulla parità di accesso alla rete fissa degli operatori dominanti.

All’incontro hanno partecipato rappresentati dell’Organo di vigilanza di Telecom Italia, dell’Equality of Access Office di British Telecom, dell’Equality of Access Board di Telia Sonera, e dell’Independent Oversight Group di Telecom New Zealand; presenti inoltre con propri rappresentanti, in veste di osservatori, l’Autorità per le Garanzie nelle Comunicazioni, la Commissione Europea e l’operatore giapponese NTT.

Il confronto tra i quattro organismi attualmente operativi, avviato sulle rispettive attività svolte e sui risultati sinora conseguiti, ha permesso di formulare alcune considerazioni generali circa gli scenari economici e regolamentari attuali e prospettici in tema di separazione funzionale della rete di accesso e di sviluppo delle reti di nuova generazione e delle tecnologie interessate.

E’ stato intrapreso anche un percorso di approfondimento di talune tematiche di interesse comune, inteso a focalizzare preliminarmente l’attività di analisi e di scambio di dati informativi e di esperienze sul tema degli indicatori di qualità relativi alle prestazioni rese (Key Performance Indicators  - KPI), comune a tutti i modelli di separazione funzionale che ne affidano il controllo ai rispettivi Organi di vigilanza, iniziando da un’attività coordinata di scouting dei diversi indicatori previsti, per evidenziarne analogie e differenze di natura quantitativa e qualitativa.

Il benchmarking internazionale sui risultati conseguiti in esito a tale attività potrà risultare utile al fine di verificare l’effettivo rispetto dei principi di trasparenza e di parità di trattamento dell’incumbent di riferimento. Tale verifica sarà effettuata attraverso un confronto dei diversi contesti nazionali, operato sulle distinte metodologie di calcolo e sui rispettivi processi di gestione e di lavorazione dei KPI di riferimento (Delivery ed Assurance), tale da evidenziare eventuali inefficienze e/o possibili margini di miglioramento.