Segnalazioni operatori

Segnalazioni degli operatori

icona_segnalazione_odv.png

 

Gli operatori di telecomunicazioni possono inviare le loro segnalazioni all’Organo di vigilanza attraverso un modulo dedicato.

Le segnalazioni possono avere come oggetto eventuali anomalie o inadeguatezze dell'operato di TIM, nell'attuazione degli Impegni, di mancato rispetto del principio di non discriminazione o possibili casi di mancata rispondenza delle rilevazioni dei KPI a principi di parità di trattamento ed agli obiettivi di qualità dei servizi di accesso alla rete.


Si precisa che conformemente al mandato conferito:


icona_ok_odv.png l’Organo di vigilanza può trattare esclusivamente le segnalazioni recanti una puntuale indicazione delle anomalie o inadeguatezze di TIM nell'attuazione degli Impegni, ovvero della violazione del contenuto degli impegni da parte di TIM, e non quelle concernenti reclami per disservizi lamentati dai singoli clienti


icona_ok_odv.png l’Organo di vigilanza può trattare esclusivamente i rapporti tra Operatori di telecomunicazioni e non le segnalazioni relative ai singoli clienti


icona_ok_odv.png l’Organo di vigilanza non può trattare le segnalazioni relative ai singoli clienti


 

> Verifica i criteri generali per la presentazione di segnalazioni

> Visualizza lo schema del flusso di gestione delle segnalazioni

> Utilizza il modulo di segnalazione per operatori di telecomunicazioni

 

La definizione della procedura di segnalazione

Nella stessa seduta di insediamento dell'Organo di vigilanza – il 9 aprile 2009 – il Consiglio ha reso disponibile ed adottato il modulo per l'invio, da parte degli Operatori, di segnalazioni in merito ad eventuali anomalie o inadeguatezze nell'attuazione degli Impegni, al fine di consentire l'immediato avvio delle attività di vigilanza definendo i criteri generali per il trattamento e per la gestione di segnalazioni, secondo principi di proporzionalità e di trasparenza.

Alla luce dell’esperienza maturata negli anni, nell’aprile 2013 l’Organo di vigilanza ha ravvisato la necessità di modificare la procedura di trattazione delle segnalazioni, con l’obiettivo di rafforzare le garanzie di partecipazione dei soggetti interessati ed al fine di semplificare e conferire la massima trasparenza alle attività istruttorie condotte.

L’Organo di vigilanza ha ritenuto opportuno consentire alle parti interessate di presentare le proprie osservazioni sulla proposta di provvedimento, in modo da avere la più ampia condivisione sulle regole che disciplinano un aspetto importante in merito alle attività di verifica dell’Organo medesimo, pertanto la proposta di modifica è stata oggetto di una Consultazione pubblica rivolta agli Operatori del mercato (determinazione n. 10/2013).

Esaurita la Consultazione ed esaminati i contributi, l’Organo di vigilanza ha richiesto un parere all’Autorità per le garanzie nelle comunicazioni, contributo che è stato rimesso alla fine di febbraio 2014.

Nel corso della seduta del 13 marzo 2014, l’Organo di vigilanza ha potuto deliberare la nuova disciplina per la gestione e per la trattazione di segnalazioni e di reclami di propria competenza, ai sensi dell’art. 11, comma 2 del proprio Regolamento, con l’approvazione della determinazione n. 10/2014.
 

> Leggi la determinazione n. 10/2014

> Visualizza il nuovo flusso per la gestione segnalazioni e reclami