Agenda OdV

Relazione Annuale OdV - 2010

Nell’aprile del 2009 l’Organo di vigilanza ha iniziato la propria attività nel quadro di un’esperienza estremamente significativa per il settore delle comunicazioni elettroniche in Italia. Infatti, con l’approvazione nel dicembre 2008, degli Impegni di Telecom Italia da parte dell’Autorità per le Garanzie nelle Comunicazioni, è stato dato un forte impulso alla sperimentazione di una soluzione innovativa che prevede, in aggiunta alle misure e ai rimedi disposti dall’Autorità, l’assunzione di elementi di obbligazione volontaria da parte dell’operatore, allo scopo di garantire una più efficace parità di trattamento nel mercato dell’accesso alle reti di comunicazione elettronica.

 

ra2010.png

Scarica la relazione annuale 2010

PDF 3 Mb

 

Il modello adottato è il risultato di un lungo e meditato iter regolamentare, avviato dall’Autorità per le Garanzie nelle Comunicazioni coll’attivo contributo di Telecom Italia, che ha visto coinvolti, in un processo di consultazione pubblica, tutti gli operatori di mercato interessati. Detto modello, più di ogni altro, è parso quello meglio in grado di conciliare esigenze di opportuna salvaguardia degli incentivi all’investimento nelle infrastrutture con adeguate garanzie di rispetto dei principi di parità di trattamento interna/esterna, di trasparenza dell’evoluzione della rete di accesso, di soddisfazione degli operatori e dei clienti finali e di miglioramento delle condizioni concorrenziali, anche nella fase di transizione verso le reti di nuova generazione.

Tale soluzione si inquadra nel contesto e nell’evoluzione delle disposizioni normative assunte negli ultimi anni dall’Unione europea, giunte recentemente a compimento con l’adozione della Direttiva n. 2009/140/CE. Da questo punto di vista si può anzi osservare come la procedura che ha portato agli impegni volontari di Telecom Italia rappresenti un’anticipazione, quanto meno dal punto di vista degli obiettivi, della nuova strumentazione normativa comunitaria in tema di separazione volontaria della rete di accesso.